Settima

Inviato da:

L’accordo di settima si viene a creare aggiungendo un rapporto di terza sul quinto grado di una triade.

Settima 01

Essa viene rappresentato con la numerica “7” oppure “35 7“, questa serve a indicare la distanza presente fra la nota posta a basso e le altre note costituenti l’accordo:

  • Do – Mi (3) – Sol (5) – Si (7)

Gli accordi di settima si dividono in due famiglie:

  • Accordi di settima naturale: Sono le settime create sulla dominante o sulla sensibile della tonalità; esse non necessitano di preparazione e sono storicamente le più adoperate.

  • Accordi di settima artificiale: In cui figurano tutte le altre settime, queste necessitano di preparazione, cosa che avviene tenendo fermo il settimo grado dall’accordo che precede la settima che si desidera creare.

Oltre alla famiglia di appartenenza, le settime sono soggette a due moti obbligati:

  • Moto obbligato del settimo grado: Il settimo grado di una settima è obbligato a rivolvere di grado discendente

  • Moto obbligato della sensibile: spesso nell’accordo di settima figura anche la sensibile della tonalità, essa è obbligata a risolvere di grado ascendente sulla tonica.

Settima 02

Esistono casi in cui il settimo grado della settima coincide con la sensibile della tonalità, ad esempio ciò avviene quando si ha una settima sulla tonica della tonalità.
In questo caso la funzione di sensibile ha la priorità sulla funzione di settima ed il settimo grado risolverà salendo di tono.

Settima 03

Per ulteriori informazioni consultare le voci: accordo.

CreativeMinds WordPress Plugin Super Tooltip Glossary

0
Daniel Petronzi

Circa l'autore:

Studente del Conservatorio Vivaldi di Alessandria, allievo del Prof. Data Massimo per il corso di Fagotto, del Prof. Piacentini Riccardo per il corso di Composizione e del Prof. Vercillo Giorgio per il corso di Pianoforte. Ho dato vita a questo sito nella speranza di trasmettere a tutti quanti la mia passione: la musica!

You must be logged in to post a comment.