Intervalli disgiunti

Inviato da:

Un intervallo viene definito disgiunto quando, fra il suono di origine e quello di arrivo, mancano una più altezze della scala d’impianto.

In altri termini, un salto disgiunto non segue la naturale progressione della scala.

Per esempio, se ci troviamo nella scala di Do Maggiore, la progressione potrebbe essere:

  • Do-Mi, Do-Fa, Do-Sol, Do-La, Do-Si, Mi- Sol,…

Fan parte degli intervalli disgiunti tutti i salti dal salto di terza in poi.

Per ulteriori informazioni consultare le voci: Intervalli, Intervalli congiunti.

0
Daniel Petronzi

Circa l'autore:

Studente del Conservatorio Vivaldi di Alessandria, allievo del Prof. Data Massimo per il corso di Fagotto, del Prof. Piacentini Riccardo per il corso di Composizione e del Prof. Vercillo Giorgio per il corso di Pianoforte. Ho dato vita a questo sito nella speranza di trasmettere a tutti quanti la mia passione: la musica!

You must be logged in to post a comment.