Corde vocali

Inviato da:

La voce degli esseri umani (ma non solo) viene prodotta per mezzo di due corpi elastici posti in accostamento chiamati “corde vocali”.

Per produrre suono questi due corpi devono essere posti in alcune condizioni obbligatorie per qualsiasi corpo sonoro:

  1. come lascia intuire il come stesso, le corde vocali sono corpi simili alle corde, quindi devono essere messe in tensione al fine di conferire loro elasticità.

  1. Per produrre suono, esse devono essere chiuse (o accostate) durante il passaggio della colonna d’aria, così facendo si creerà una differenza di pressione nella colonna d’aria sotto forma di onda sonora, dando origine al suono.

  1. Possiamo quindi notare che la voce umana incontra (e necessita) delle caratteristiche di due categorie di strumenti ben distinte:

    1. necessita di una colonna d’aria in quanto strumento a fiato.

    2. necessita anche di due corde poste in tensione come uno strumento a corda

Ma il suono di una corda tesa da solo non basta, per poter essere udito esso ha bisogno di una Cassa di risonanza, come per tutti gli strumenti classici a corda.

Per fortuna tale funzione viene egregiamente svolta dal nostro cranio, il quale sfrutta una serie di punti di risonanza (Palato, zigomi e fronte).

La struttura fisica delle corde vocali è molto semplice, si tratta di due corpi elastici posti all’interno della laringe e uniti assieme da un lato.

Apparato vocale

Questi formano una “V” quando sono rilassati (e quindi aperti), permettendo il passaggio dell’aria senza alcuna produzione di suono; viceversa si accostano quando si tendono, vibrando al passaggio dell’aria.

Corde vocali

L’altezza dei suoni prodotti dipende dai 3 fattori tipici di ogni corda:

  1. Tensionamento della corda: è la condizione più basilare, senza tensione la corda non diviene un corpo elastico e non genera vibrazioni.

  1. Dimensione della corda: il suono sarà acuto tanto più la corda sarà sottile, per contro diverrà più grave con l’aumentare del suo spessore

  1. Lunghezza della corda: il suono diviene più acuto con l’accorciarsi della corda, viceversa diviene più grave con l’aumentare della lunghezza.

In fine rimane il Timbro vocale, il colore che possiede la nostra voce, esso risponde solo allo spettro armonico che è influenzato dall’insieme dei fattori fisici della nostra persona.

Le voci umane si distinguono in 6 categorie (3 maschili e 3 femminili):

  • Voci femminili:

    • Soprano: voce chiara femminile, la sua estensione va dal Si2 al Do5

    • Mezzosoprano: la cui estensione va dal La2 a Sol4

    • Contralto: Voce scura femminile, la sua estensione va dal Fa2 al Mi4

  • Voci Maschili:

    • Tenore: voce chiara maschile, la sua estensione va dal Do2 al Do4

    • Baritono: la cui estensione va dal La1 al Sol3

    • Basso: voce scura maschile, la sua estensione va dal Mi1 al Mi3

Le estensioni riportate sono meramente indicative della natura media della voce umana, non si tratta di rapporti assoluti.

Per ulteriori informazioni consultare le voci: Voce umana, Canto lirico.

CreativeMinds WordPress Plugin Super Tooltip Glossary

0
Daniel Petronzi

Circa l'autore:

Studente del Conservatorio Vivaldi di Alessandria, allievo del Prof. Data Massimo per il corso di Fagotto, del Prof. Piacentini Riccardo per il corso di Composizione e del Prof. Vercillo Giorgio per il corso di Pianoforte. Ho dato vita a questo sito nella speranza di trasmettere a tutti quanti la mia passione: la musica!

You must be logged in to post a comment.